Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

Homepage Reiki Reiki Usui Reiki 1° livello Reiki 2° livello Approfondimenti 2" livello Reiki Reiki 3° livello OSHO Neo Reiki  Karuna Reiki Trattamenti Reiki Anshin Ritsumei il percorso spirituale di REIKI I 5 Oggetti del Reiki I principi Reiki L'operatore Reiki I 7 Chakra Guarigione Cristica Meditazione Tecnica Vibrazionale Sciamanesimo Meditazioni sciamaniche Pensieri che ci ispirano Siti amici Chi siamo Calendario Seminari Serate di condivisione Contatti 

Tecnica Vibrazionale

La “TERAPIA VIBRAZIONALE” di BABA BEDIMetodo di guarigione ispirato all'insegnamento di Baba BediGli scopi della tecnica vibrazionale sono quelli di togliere la sofferenza, aiutare la persona a sviluppare le positività, i talenti, le capacità e le altre risorse, ed evolvere la coscienza umana.Per le dinamiche che presenta e gli aspetti che tratta, la Tecnica Vibrazionale oltre ad essere un percorso spirituale, è una terapia olistica ed energetica che agisce in profondità nei diversi strati dell'esistenza umana, grazie alla "Sensibilità della Luce", componente che insieme alla "Forza Vitale" costituisce l'anatomia del sistema umano, ed avrebbe un proprio meccanismo con funzioni curative ed evolutive.La Tecnica Vibrazionale ha una sua teoria e dinamica, secondo cui ogni organo del corpo umano sarebbe in relazione con le situazioni e gli stati d'animo che l'individuo vive, per esempio la paura è in relazione con i reni, la rabbia con il fegato, le preoccupazioni con le tempie, l'autodeterminazione con il naso, ecc.Così situazioni e stati d'animo vissuti negativamente creano squilibri che avvolgono la coscienza di uno "strato di oscurità".Il punto di partenza della Tecnica Vibrazionale è l'individuazione di tutti gli organi coinvolti nello squilibrio, e successivamente l'intervento su ognuno di essi mediante l'invio di "Vibrazioni di Luce della Sensibilità Psichica". Perciò, l'azione terapeutica della Tecnica Vibrazionale agisce su tre livelli: fisico, intellettivo e della coscienza.

Fra i maestri di origine sikh che sono stati più attivi e sono conosciuti in italia uno dei più noti è BABA PYARE LAL BEDI (1909-1993), più noto come Baba Bedi XVI, considerato il sedicesimo discendente di Nanak, e padre del noto attore Kabir Bedi. Baba Bedi ha diffuso una spiritualità in cui sono rintracciabili tratti della sua origine sikh, proponendo non solo insegnamenti sulla meditazione e sulla consapevolezza, ma sopratutto sull'evoluzione della personalità e sul benessere psicofisico. Nasce il 5 aprile del 1909 nel Punjab in India, compie i suoi studi tra Oxford e Ginevra, e svolge l'attività di ricercatore presso l'Università di Berlino.Dopo un'esistenza poliedrica, che lo vede coinvolto in attività politiche, nelle prigioni degli inglesi, membro dell'esecutivo dell'unione di contadini dell'India, presta per 5 anni aiuti ai profughi, alcuni eventi particolari lo portano a distaccarsi da ogni religione e a scoprire che la conoscenza arriva direttamente dalla "sorgente esoterica" portando ispirazione e guida.Nel 1972 si trasferisce in italia, dove sviluppa la sua filosofia per l'Era Acquariana, tenendo corsi per l'apprendimento della Terapia Vibrazionale e dedicandosi allo sviluppo della personalita' umana mediante "l'espressione psichica".Durante il suo periodo Italiano, Baba Bedi ha svolto annualmente un Simposio Acquariano, principale spazio di incontro e comunicazione fra quanti si sono interessati alla Filosofia Acquariana.Baba Bedi muore il 31 Marzo 1993, e le sue ceneri sono state immerse nel fiume Gange il 4 Gennaio 1998.

TECNICA VIBRAZIONALEInsegnata da Narmada, insegnante ed operatore diplomato di 5° livello di Tecnica Vibrazionale secondo Baba Bedi XVI. Per apprendere la Tecnica Vibrazionale, ha frequentato cinque corsi per la durata di due anni e mezzo, più tre corsi aggiuntivi. Si effettuano diagnosi (anche su fotografia) e cura delle malattie psicosomatiche e la loro manifestazione sul corpo fisico.Il paziente o comunque chi desidera migliorare se stesso ed intraprendere la strada dell’evoluzione fisica e spirituale, ha a disposizione le seguenti possibilità:Attivazioni psichicheCinque incontri individuali della durata di venticinque o trenta minuti per il risveglio della propria sensibilità psichica e per prendere coscienza dei veri obiettivi ed attivare le giuste scelte. Incontro con cadenza settimanale.Scoperta dei talentiAlla fine delle attivazioni, quando la coscienza è più sviluppata, si effettua la ricerca delle capacità latenti che, di sicuro urgono ma che in realtà non si conoscono veramente, e quindi se non applicate in qualche modo rendono scontenti infelici e depressi. Conoscere ed applicare i “talenti” personali è un modo per mi-gliorare le proprie condizioni di vita sociale e famigliare. Attivazione dei talentiE’ possibile attivare i talenti scoperti con le attivazioni, cioè s’impara a viverli, seguendo una vera tecnica di “educazione”. Terapia vibrazionaleDopo la diagnosi, conosciuti i punti d’applicazione sul corpo del paziente, con l’imposizione delle mani (non è pranoterapia!) vengono passate vibrazioni, onde di luce per la cura delle malattie, per rinforzare gli organi malati o stanchi. Ciclo di un minimo di cinque fino ad un massimo di dieci sedute comprensiva di diagnosi.Terapia della coscienzaTecnica che, risalendo al momento del concepimento e ripercorrendo la vita del paziente sino al periodo attuale, rimuove la causa dei disagi originati ad esempio da paure, traumi, rancori dimenticati dalla memoria, ma ancorati nella coscienza. Ciclo di due o tre incontri.Identificazione di coscienzaNei casi che necessitano di una risposta immediata, nei blocchi più difficili da riconoscere e rimuovere, l’identificazione di coscienza mette in contatto diretto il terapista, con la coscienza del paziente e porta all’origine dei problemi. Tecnica che va riservata a casi particolari per un ciclo di tre incontri.Emanazione energie planetarieI pianeti del nostro sistema planetario hanno particolari vibrazioni che trasmesse al paziente offrono la possibilità di migliorare la qualità della vita. Ciclo dai tre ai sei incontri.Centri vibrazionaliForme magnetiche e loro emanazioni curative vibrazionali (anche per l’auto-cura dopo le attivazioni psichiche). Interpretazione sogni e disegniPer conoscere se stessi ed i messaggi della coscienza. Ricerca delle vite precedentiDa effettuarsi a scopo curativo quando la causa del male risale ad una vita precedente, c’è la possibilità di conoscere e accettare l’origine di esso, rivivendo le vite precedenti. Incontro con discussione del MP3 su cui viene registrata la vita.Oroscopo psichicoPer scoprire con l’aiuto dei pianeti e della sensibilità psichica, le positività e le possibilità di sviluppo nella vita (non è astrologia tradizionale!). Incontro preliminare, preparazione e discussione dei risultati per un ciclo di tre o quattro incontri.

“Molte persone cercano un maestro perché non vogliono prendersi la responsabilità della propria esistenza. Pensano: ‘Vado da un maestro, così mi dice cosa devo fare per evolvere: lui sa, quindi non posso sbagliare’. In questo modo delegano ad un maestro la responsabilità delle scelte che fanno. Questo atteggiamento non è evolutivo. Chi sente l’esigenza di avere una guida può rivolgersi ad un cosiddetto maestro, ma deve comunque sempre mantenere la propria autonomia interiore, usare il discernimento e assumersi in prima persona le responsabilità delle proprie scelte e della propria vita. Per questo motivo spesso i saggi danno a certi discepoli dei compiti assurdi, proprio per stimolare in loro l’uso del discernimento.Sulla via della liberazione e della purificazione della coscienza, tutti i legami devono essere tagliati, tutte le dipendenze devono essere eliminate. Non si può raggiungere l’illuminazione se si è dipendenti da qualcuno o da qualcosa, nemmeno se quel qualcuno fosse Dio in persona”.Baba Bedi XVI

BABA BEDI XVI