Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.

Homepage Reiki Reiki Usui Reiki 1° livello Reiki 2° livello Approfondimenti 2" livello Reiki Reiki 3° livello OSHO Neo Reiki  Karuna Reiki Trattamenti Reiki Anshin Ritsumei il percorso spirituale di REIKI I 5 Oggetti del Reiki I principi Reiki L'operatore Reiki I 7 Chakra Guarigione Cristica Meditazione Tecnica Vibrazionale Sciamanesimo Meditazioni sciamaniche Pensieri che ci ispirano Siti amici Chi siamo Calendario Seminari Serate di condivisione Contatti 

I principi Reiki

SOLO PER OGGIEsprime l'importanza di impegnarsi nelle cose giorno per giorno, senza ansia o fretta, concentrandosi sulla realtà del momento e vivendola intensamente.Qui e ora sono le coordinate del presente, ciò che è passato non esiste più e rallenta il nostro cammino, ciò che deve ancora venire in realtà non esiste e ci distrae dal portare tutta la nostra energia in quello che stiamo facendo.Molto spesso il passato porta con sé la rabbia e il rancore e il futuro la preoccupazione... il segreto della felicità è vivere pienamente attimo per attimo e compiere ogni cosa nel modo migliore.NON TI ARRABBIARELa rabbia nasce dalle ferite ricevute o dalla sensazione che qualcuno ci sta facendo del male.Per rinunciare alla rabbia dobbiamo innanzitutto riconoscerla ed esprimerla, portare fuori con chiarezza e decisione i nostri sentimenti, imparare a proteggere il nostro spazio, la nostra vita e le nostre relazioni.Rinunciare alla rabbia non vuol dire dimenticarsene o rimuoverla, perché così facendo essa prenderebbe la via del corpo per esprimersi con disagi fisici: mal di stomaco, ulcera, problemi di digestione, problemi al fegato, irritabilità e chiusura.Il senso di questo principio è eliminare le cause della rabbia, riconoscendo chi o che cosa mi ferisce e agire di conseguenza, parlando, esprimendo ciò che pensiamo o sentiamo.E se proprio non possiamo far niente per cambiare una situazione, prendiamo in considerazione la possibilità di sottrarci per tempo a un dolore inutile.I modi per rinunciare alla rabbia sono il perdono, di noi stessi e degli altri, il lasciar andare i rancori passati e il desiderio di vendetta: queste sono le qualità che dobbiamo sviluppare attraverso Reiki.Talvolta la rabbia nasce dal fatto che vediamo riflessa nell'altro qualcosa che non vogliamo o non possiamo vedere di noi stessi.Allora la nostra immagine riflessa in uno specchio ci turba e la neghiamo.Questa è l'ira, la cecità più assoluta di fronte a noi stessi.E' l'intolleranza, l'ingiustizia che nasce dalla mancanza di comprensione, di umanità, di compassione, di accettazione.Trasformare la rabbia integrando la nostra proiezione è uno dei punti più alti del percorso di crescita spirituale, significa aver imparato a liberarsi dall'illusione e dalla schiavitù delle emozioni negative.NON TI PREOCCUPARELa preoccupazione nasce dall'insicurezza, dalla paura di ciò che siamo e di ciò che ci aspetta, dal pensare ad un evento e anticiparne spiacevoli conseguenze.La preoccupazione e l'ansia denotano mancanza di fiducia e di abbandono, è come se dovessimo sempre tenere tutto sotto controllo per prevedere ogni accadimento.Rinunciare alla preoccupazione vuol dire godersi la vita attimo per attimo, sapendo che tutto ciò che accade è per il mio bene, perché cresca dentro di me la forza e la consapevolezza e la sensazione che tutto va bene, che tutto sta andando come deve andare e che devo semplicemente lasciarmi andare e gioire della vita.Soprattutto la preoccupazione nasce dalla mente, che ricorda il passato, che anticipa il futuro, che teme il dolore e ricerca il piacere e difficilmente vive nel presente.GUADAGNATI DA VIVERE ONESTAMENTEQuesto principio ci ricorda l'importanza di essere a posto con la nostra coscienza, di essere leali e onesti soprattutto con noi stessi in qualunque cosa facciamo, ci ricorda che il lavoro più importante è costruire giorno per giorno la nostra stessa vita.Come potremmo avere un corpo sano e forte se la nostra mente è piena di inganni, menzogne e sotterfugi.Come pensiamo di poter essere felici dando sofferenza agli altri.Nel Vangelo è scritto: "Amerai il prossimo tuo come te stesso".E anche "Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te".Queste sono chiavi per aprire la nostra vita alla luce e per sentirci in pace con noi stessi.Il lavoro è una meravigliosa opportunità per offrire il nostro contributo alla vita, per mostrare la nostra riconoscenza e gratitudine allo Spirito, per essere fieri e orgogliosi di noi stessi quando otteniamo un risultato.Senza onestà e integrità, che soddisfazione sarebbe?ONORARE I GENITORI, I MAESTRI, GLI ANTENATIPer mantenere sano e forte il mio corpo devo amarlo.Per amarlo mi devo prendere cura di lui come se fosse un bambino, chiedergli spesso come sta, cosa gli piacerebbe fare, dove vorrebbe andare e così via.Per prendermi cura di qualcuno devo nutrire un profondo rispetto per lui e avere una profonda comprensione per le sue esigenze e tutto questo perché desidero ringraziarlo per tutto ciò che ha fatto e sta facendo per me.Amore, cura, gratitudine, messi insieme formano la parola "Onorare".Onorare il padre e la madre per averci messo al mondo significare onorare noi stessi e la nostra scelta di vivere.Onorare i maestri e gli anziani significa aprirsi con umiltà all'apprendimento e alla conoscenza e riconoscere il valore della saggezza e dell'esperienza.Onorare ogni forma di vita significa celebrare le lodi del Creatore e ringraziarlo per tanta varietà e magnificenza di forme e di colori e ringraziare se stessi di farne parte.Il mondo mi appartiene, ma devo nutrire un profondo senso di responsabilità, non posso uccidere o distruggere senza che questa azione si ritorca contro di me.RINGRAZIARE LA VITAChi fa Reiki scopre l'importanza di dire grazie.Ringraziare significa accogliere ciò che ci circonda e noi stessi in un unico abbraccio, ringraziare è un dolce momento di fragilità e intimità che ci unisce all'universo.Ogni giorno noi riceviamo il nostro pane quotidiano, ogni giorno lo Spirito ci elargisce generosamente i suoi doni sotto forma di vita, aria, acqua, amore, tramonti, cieli stellati, mari e montagne, cibo ed energia vitale.A volte ci dimentichiamo perfino di essere vivi, ci dimentichiamo tutto l'amore che abbiamo ricevuto, ci perdiamo nei meandri della sofferenza e dimentichiamo tutta la gioia che abbiamo provato nella nostra vita.Diventiamo duri e distaccati, freddi e disillusi.Ringraziare per i doni ricevuti ci rende nuovamente umani, lascia entrare dentro di noi il calore della vita.

I PRINCIPI REIKINella versione tramandata da Hawayo Takata i principi suonano così:

Solo per oggi Non ti arrabbiare

Solo per oggi Non ti preoccupare

Guadagnati da vivere onestamente

Onora i Genitori, i Maestri e gli Antenati

Mostra gratitudine per ogni cosa vivente